The idea of "Suspended Sound" came up in July 2014 in the spectacular scenery of Villa Adriana in Tivoli (Rome) during a concert of the PMCE (Parco della Musica Contemporanea Ensemble).[ read more ]

Lucio Perotti, Piano - photos by Carla Ciatto
Luca Nostro, Guitar - photos by Carla Ciatto
Massimo Ceccarelli, Bass - photos by Carla Ciatto
Paolo Ravaglia, Clarinet - photos by Carla Ciatto
Luca Cipriano, Clarinet - photos by Carla Ciatto
Filippo Fattorini, Violin - photos by Carla Ciatto
Alessio Toro, Viola - photos by Carla Ciatto
Flavio Tanzi, Percussion - photos by Carla Ciatto
Gianluca Ruggeri, Percussion - photos by Carla Ciatto
Pietro Pompei, Percussion - photos by Carla Ciatto

The idea came up in July 2014 in the spectacular scenery of Villa Adriana in Tivoli (Rome) during a concert of the PMCE (Parco della Musica Contemporanea Ensemble).
During that warm summer night the sense of individual suspension that the place was giving to each musician, has activated the desire to visually recreate that experience.
So, the idea of representing each musician isolated and intimately connected to his instrument, yet in harmony with the other members of the orchestra, has gradually taken shape, featuring an ongoing project which aims to revive the entire orchestra, wrapped in suspended sounds and at the same time suspended in a unique sound.
This first phase has been carried out thanks to the kind support of the musicians Luca Nostro (who was immediately thrilled about the project and made the start possible), Massimo Ceccarelli, Luca Cipriano, Filippo Fattorini, Lucio Perotti, Pietro Pompei, Paolo Ravaglia, Gianluca Ruggeri, Flavio Tanzi, Alessio Toro and Director Tonino Battista.


L'idea di "Suspended Sound" nasce nel luglio 2014 in occasione di un concerto della PMCE (Parco della Musica Contemporanea Ensemble) nella spettacolare cornice di Villa Adriana, Tivoli (Roma).
In quella calda serata estiva il senso di sospensione individuale che il luogo conferiva ad ogni orchestrale e agli spettatori ha attivato il desiderio di ricreare visivamente quell'esperienza.
Dunque, l'idea di rappresentare ogni musicista isolato ed intimamente connesso al suo strumento, eppure in sintonia con gli altri componenti dell'orchestra, ha preso via via forma, caratterizzando un progetto in divenire che mira a far rivivere l'intera orchestra avvolta in suoni sospesi e a sua volta sospesa in un unico suono.
La realizzazione di questa prima fase è stata possibile grazie alla preziosa disponibilità dei musicisti Luca Nostro (che sin dal principio ha mostrato entusiasmo nel progetto e ne ha reso possibile l'avvio), Massimo Ceccarelli, Luca Cipriano, Filippo Fattorini, Lucio Perotti, Pietro Pompei, Paolo Ravaglia, Gianluca Ruggeri, Flavio Tanzi, Alessio Toro e del Direttore Tonino Battista.